Clelia Bartoli

Si è laureata in Filosofia all’Università di Firenze con una tesi su Simone Weil. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in «Diritti dell’uomo. Evoluzione, tutela e limiti» presso la facoltà di Giurisprudenza, Università di Palermo, con uno studio sui dalit in India e sul concetto di subalternità. Dal 2007 al 2011 è stata assegnista di ricerca presso il dipartimento di «Studi di diritto, politica e società», Università di Palermo. Nel dicembre 2013, in seguito alla partecipazione al concorso per l’Abilitazione Scientifica Nazionale, ha conseguito l’abilitazione a professore associato (seconda fascia) di Filosofia Politica

Ha ricoperto il ruolo di esperta presso la Struttura di Missione del Ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge (3 luglio 2013/21 marzo 2014).  Dal 1 marzo 2013 è consulente, a titolo gratuito, del Comune di Palermo per le politiche relative alla popolazione Rom.

È docente a contratto di «Diritti umani» dal 2006 presso la facoltà di Giurisprudenza di Palermo, polo didattico della prov. di Trapani.

Insegna Italiano e ItalianoL2 nel corso di educazione degli adulti presso l’Ist. Compr. “Politeama” di Palermo. Ha insegnato presso l’Ist. Penitenziario Minorile di Palermo e a Napoli nei corsi serali, collaborando in diversi progetti con i Maestri di strada, nella diffusione della pedagogia per la cittadinanza attiva e l’inclusione sociale.

Tra i suoi libri: l’antologia di filosofia morale Dovere e Piacere (LibriLiberi, 2003); le curatele Sull’universalità dei diritti umani (Firenze University Press, 2003) e Esilio/Asilo. Donne migranti e richiedenti asilo in Sicilia (DuePunti, 2010). Le monografie Il monoteismo hindu. La storia, i testi, le scuole (con Federico Squarcini, Pacini, 1997); La teoria della subalternità e il caso dei dalit in India (Rubettino, 2008) e Razzisti per legge. L’Italia che discrimina (Laterza, 2012).

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | 1 commento